E poi arriva la sera

Come tutti giorni arriva la sera. Il buio. La tristezza. La nostalgia.
Ogni sera rivivo il film del 25 settembre… La cena dai miei. La rottura delle acque. le ore in ospedale. le prime contrazioni. Il parto e il tuo piccolo volto d’angelo. E poi il vuoto. Il nulla. L’angoscia. La morte nel cuore e nell’anima. Piccolino mio. Mi hai lasciato disarmata. Senza forze. Senza ragione. Senza speranza.

Annunci

Un pensiero su “E poi arriva la sera

  1. Dolcissima Federica,
    scopro questo blog e con esso rivivo passo passo la tua triste storia.
    sei una grande donna, hai vissuto 9 mesi sospesi tra malattia di tuo marito, gravidanza e lutto, lunghi come se fossero 50 anni, tutto concentrato.

    adesso sei piegata, ma come una canna al vento, finita la tempesta, tornerai ad ergerti fiera.

    tornerà il sole, non dubitarne.
    questo è il tempo del dolore, ed è normale e fisiologico che sia così,
    ma non abbandonare la speranza.

    ti stimo……
    Patrizia, pioggerella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...