12/10/2013

Buongiorno piccolo DinDon! Dovevi arrivare domani tu! E oggi avrei avuto il monitoraggio… Invece sono già trascorsi 16 giorni dal tuo “ciao” unico e irripetibile. Ogni mattina la solita angoscia di dover affrontare l’intera giornata. Il sabato e la domenica sono anche peggio perchè Sara è a casa a ricordarmi i doveri di mamma e a mostrarmi tutto quello che tu, Angioletto mio, non sarai mai! Mi manchi così tanto…mi domando quando tutto questo dolore diventarà sopportabile, quando potrò tornare ad amare la mia bambina come prima…quando potrò tornare a guardare alla vita con un po’ di fiducia.

16 aprile, ore 12. Finalmente ci chiamano. Il tempo impiegato per raggiungere lo studio del chirurgo a piano terra dal secondo piano è sembrato eterno. Era ancora vestito con il camice verde e con aria soddisfatta ci dice che lui è già sveglio e che l’intervento è ben riuscito. Più precisamente : “ritengo di aver fatto un buon lavoro, sono andato anche oltre quel che credevo di poter fare!”. Un sospiro di sollievo. Poi ci dice che lo potremo vedere tra un’oretta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...