20/11/2013

Ogni tanto mi illudo che la salita sia finita, che se non è iniziata la discesa sono quanomeno in pianura… Ma ahimè poi mi scontro con la dura realtà e ripiombo nel buio più buio.
Tu non sarai mai qui con me. Ed ogni cosa che me lo ricorda mi getta bello sconforto. Ieri il tuo papà ha ritirato la tua cartella clinica. Leggerla è stato come tornare tra le mura dell’ospedale. Mi sono immaginata mentre ti facevano tutte quelle cose… E io ero impotente. Non sapevo nemmeno… E tu da solo lì con quei dottori che cercavano di tenerti in vita. Piccolino mio. Quanto mi manchi. Quanto vuoto hai lasciato nelle mie braccia, nei miei pensieri e nel mio cuore. Piccino mio. Piccolo DinDon. Stacci accanto sempre. Dacci la forza di andare avanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...