25/11/2013

Ciao DinDon,
Com’è stato duro questo ultimo week end. E come ci manchi!!!
A volte temo di non trovare la forza di andare avanti. Mi sento divisa in due. Quella che prova a prendersi cura di Sara e a fare una vita pseudonormale e quella depressa per la tua perdita che non vede vie d’uscita!
Mi manchi piccino, come l’aria.
Dacci la forza di guardare al futuro. Aiutaci a ritrovare la speranza.
Ti amo.

Annunci

4 pensieri su “25/11/2013

  1. ciao cara Federica,
    dalle tue parole leggo quanto ancora sia forte il tuo dolore, un dolore che, lo so bene, accompagna in maniera costante le nostre giornate impedendoci di viverle pienamente come vorremmo. Anche nei momenti un pò più sereni, dopo poco riaffiora il ricordo e con esso il dolore. Giovedì sono stata dalla psicologa e mentre attendevo in saletta ho letto un bellissimo pensiero che voglio riportarti sperando che ti dia anche solo un attimo di pace. dice così “genitore non è solo colui che stringe un figlio tra le braccia, genitore è anche colui che ha atteso un figlio che ora abita il suo cuore”. Ecco noi apparteniamo a questa seconda categoria di genitori, è difficile accettarlo umanamente ma non siamo mamme minori.
    Il tuo piccolo Din Don abita il tuo cuore che è pieno d’amore per lui, sta bene, è in un posto sicuro ed è circondato solo dal bene. Non lo vedi con gli occhi è vero ma lo senti con il cuore. Un abbraccio

    • Grazie Francesca!
      Questo pensiero è bellissimo. E grazie di essere tornata tra le pagine delle mie emozioni. Devo dirti che sento di aver fatto tanti passi avanti… Domani saranno 2 mesi e mi sembra trascorso un anno. Ho un distacco notevole dall’evento in sè e dal suo ricordo. Ma ovviamente ho momenti di vuoto che non riesco a colmare in alcun modo. Mi sto riempiendo la testa di progetti, ma non mi sono ancora applicata concretamente su nessuno di questi… Ma lo farò. Per lui. E per me. La cosa positiva è che ne sta giovando il rapporto tra me e mio marito che siamo sempre più uniti.
      Ecco, voglio “fidarmi di un Signore che tutto trasforma in bene”, come ci ha spiegato un grande frate*!

      *Alberto Maggi

      • Sapere che in casa hai la giusta serenità e che tu e tuo marito siete uniti più di prima è qualcosa che mi da grande gioia per te. E’ importante avere un solido nido per poi ripartire con tutti i progetti che di sicuro riuscirete a realizzare. E’ vero dobbiamo avere grande fiducia nel Signore, lui non ci abbandona un attimo e il fatto stesso che ci sia ancora più affiatamento tra te e tuo marito è già un segno di questa trasformazione che volgerà al bene. Per me domani saranno passati invece 5 mesi, a piccoli passi anche io cerco di guardare avanti anche se come saprai talvolta si ricade nella disperazione. Ma anche io in quei momenti mi affido al Signore, che mi sostiene e mi fa rialzare e penso con dolcezza al mio piccolo Alessio e all’immenso amore che ho per lui.
        a presto

  2. ciao fededippa!ho trovatp per caso questo blog..volevo dirti che anch io ho passato la stessa cosa con mio figlio nato quasi 9 mesi fa…so bene quanto faccia male la perdita di un figlio..soprattutto cosi piccolo..ora sono di nuovo incinta,l abbiamo cercato subito e nn si e fatto attendere!in ospedale ci hanno detto che nel nostro caso nn era una cosa genetica..anche se io ho una paura incredibile che anche lui nasca cosi..dappertutto leggo che e ereditario,genetico..e mi chiedo,siamo gli unici per cui e stato solo un caso??volevo condividere i miei pensieri con qualcuna che ci e passata..anche se ora la paura ha preso il posto della tristezza…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...