28/11/2013

Buongiorno piccino mio!
Siamo arrivati alla fine di novembre, che fatica!!
Ieri ci hanno comunicato con lettera scritta che dovrai fare il vaccino il 4 dicembre! Ma che storia! Bisogna rassegnarsi a combattere con le istituzioni oltre che con il dolore. Sai piccolino mio, da quando sei andato via sono cambiate molte cose. Io sono cambiata. E anche il rapporto tra me e il tuo papà è cresciuto e migliorato. Siamo molto più uniti. Ci sei voluto tu, piccolo miracolo! Che sciocchi che siamo!
Piccolo nostro! Ti amo.

Annunci

6 pensieri su “28/11/2013

  1. ciao Fede,
    un grosso abbraccio. Immagino cosa avrai provato a ricevere quella lettera. Io invece eri ho trovato nella buca delle lettere una cartolina per ritirare un pacco alla posta. Non immaginavo cosa potesse essere e così stasera prima di rientrare sono passata a prenderlo. Volevo sprofondare, era un cofanetto regalo di quelli che ti mandano le varie ditte di prodotti per bambini con materiale pubblicitario e campioncini. Ho preso quel pacchetto e uscita dalla posta l’ho buttato in un cassonetto con una rabbia indescrivibile e così la mia giornata che era ancora passata senza lacrime si è conclusa con un gran magone e mille lacrime e rabbia perchè tanto chi può immaginare che ci sono le mamme cui succedono tragedie simili. Mentre ero lì ho anche pensato che se mai avrò la gioia di una nuova gravidanza voglio viverla nel più totale anonimato, potessi me ne andrei dall’altro capo del mondo. So che forse è sbagliato, che esagero ma non posso pensare diversamente in questo momento.
    hai ragione oltre al dolore bisogna gestire anche questi aspetti e non è facile…
    un abbraccio forte

    • Cara Francesca, anche tu hai avuto una bella sorpresa, eh!
      Tesoro, se mai avrai la gioia di un’altra gravidanza dovrà essere appunto, una gioia! Il tuo secondo bimbo non merita meno del primo, solo perchè è arrivato dopo. Quindi se ti senti pronta a cercarlo, ricordati sempre che un bimbo è un dono e dovrai viverlo nel migliore dei modi, con tutta l’intensità possibile, consapevole che ogni minuto con lui sarà un miracolo e che tu non dovrai buttarne nemmeno uno a pensare di non dire/ non fare… Ti auguro di essere presto di nuovo mamma. Ti abbraccio forte.

  2. Ogni volta che entro qui e leggo mi scendono le lacrime a fiumi…come adesso e mi chiedo perché il mondo la vita debba essere così …
    Non so dove riesci a trovare la forza…vorrei averne un pochino anche io da dare a te…
    E poi penso a quanto sono stupida a correre tutto il giorno, ad affrettarmi a fare le cose e a non godermi i piccoli momenti della vita… quei particolari, quei dettagli che ti entrano nell’anima come quei 5 minuti…..

    • Mia cara,
      Purtroppo o per fortuna la forza esce fuori…un po’ devo ringraziare mia madre che mi sta molto vicino e mio marito che è davvero super… Un po’ la rubo da mia figlia che è un portento, e non si merita di non avere la sua mamma al 100% solo perchè lei è viva e il fratellino no. La cosa più difficile è guardare lei e non farsi venire la malinconia legata a tutto ciò che non sarà mai il mio DinDon. Devo dire poi, che molto mi sta aiutando la fede. Prima non c’era… Ora invece sento davvero che c’è qualcosa. E mi affido. E sto meglio. Ma è davvero dura! Quando entro nel vortice “quanto sono sfortunata”; “perchè a noi…”, ne esco davvero abbattuta!

  3. A te, che da lassù continui a vegliare su di me…
    A te, che, con dolce prepotenza, sei parte di me…e vivi con me…
    A te, che, attraverso silenzi, segni, ricordi, attimi, parole, sguardi, lacrime…rendi questo mio cuore proiezione del tuo…
    A te, che nonostante ogni luogo, ogni tempo, ogni spazio…continui a essere…
    A te, che con tenera violenza mi spingi a continuare a guardare in faccia a questa vita e a darle un senso anche senza il tuo essere qui, ora……
    A te, che sei… che continuerai a essere… qui..con me…
    Osservo questo cielo…sopra di noi…e so che tu, per me, stai sorridendo alle stelle…alla luna…al sole…e al mio cuore dolorante…
    Guardo lassù e sento la tua carezza… e ti stringo a me…con rabbia e amore…
    Non lasciarmi… fa’ che io ti senta sempre in me… fa’ che io viva per te…per me…e per quanti mi vogliono bene…
    Vola…e non lasciarmi mai…

    Questa è una preghiera di frate Ezio Battaglia, a me è sembrata molto bella,
    un caro abbraccio Milena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...